Autorizzazione per l'uso dei cookies

Tu sei qui

scuola digitale

     Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD)

 

Documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale. È un pilastro fondamentale de La Buona Scuola (legge 107/2015), una visione operativa che rispecchia la posizione del Governo rispetto alle più importanti sfide di innovazione del sistema pubblico: al centro di questa visione, vi sono l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale.

Il PNSD prevede come figura di accompagnamento l'animatore digitale. Nel nostro Istituto è stata nominata l'Ins. Maria Angela Avanzato

L’animatore digitale individuato in ogni scuola sarà formato in modo specifico affinché possa “favorire il processo di digitalizzazione delle scuole nonché diffondere le politiche legate all'innovazione didattica attraverso azioni di accompagnamento e di sostegno sul territorio del piano nazionale scuola digitale” (rif. Prot. N° 17791 del 19/11/2015) .

La figura dell’animatore digitale unita alla figura del dirigente scolastico e del direttore amministrativo, formerà uno staff che sarà messo nelle condizioni di convertire gli obiettivi e le innovazioni del Piano nella vita scolastica.

Pertanto gli animatori presenteranno un progetto che, una volta approvato, sarà inserito nel piano dell’offerta formativa e pubblicato anche sul sito della scuola e sarà nel tempo oggetto di monitoraggio. Per tenere alta l’attenzione sui temi dell’innovazione, nell’ambito della realizzazione delle azioni previste nel PTOF, l'animatore digitale potrà sviluppare progettualità su tre ambiti:

Formazione interna: stimolare la formazione interna alla scuola negli ambiti del PNSD, attraverso l’organizzazione di laboratori formativi (senza essere necessariamente un formatore), favorendo l’animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative, come ad esempio quelle organizzate attraverso gli snodi formativi. 

Coinvolgimento della comunità scolastica: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche attraverso momenti formativi aperti alle famiglie e ad altri associazioni del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa.

Creazione di soluzioni innovative: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola (es. Uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole; un laboratorio di coding per tutti gli studenti), coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure. 

Settimana del PNSD – Concorso #il mio PNSD
Il 27 Ottobre 2015 è stato adottato con decreto del Ministro dell’ Istruzione, dell’ Università e della ricerca, il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD).
Ad un anno di distanza dal Piano che ha definito gli indirizzi in materia di innovazione digitale della scuola italiana, per un suo nuovo posizionamento nell’era digitale, la nostra scuola  promuove, per la prima volta, la Settimana del Piano Nazionale Scuola Digitale  dal 25 al 30 novembre. Nelle varie classi, attraverso la lim,  e nel laboratorio di informatica gli alunni hanno svolto attività di coding.

Nell’ambito di questa iniziativa la scuola partecipa al concorso "#il mio PNSD" attraverso la realizzazione di un videoclip a cura dell’AD ins. M.Angela Avanzato.

 

Sito aggiornato e curato dalla Prof.ssa Stefania De Michele

Sito distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola".

Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.